Categories: News

by Franco Cioffi

Share

Categories: News

by Franco Cioffi

Share

conflitti aziendali

Come gestire i conflitti aziendali? Ecco qualche consiglio.

 

Spesso mi trovo a gestire conflitti aziendali nel mio lavoro di temporary manager.

Un conflitto in azienda non sempre consiste in una semplice incomprensione interpersonale.

Un conflitto aziendale può andare ad inficiare sulla produttività dei collaboratori.

Questi infatti avranno inconsciamente meno voglia di cooperare al fine di raggiungere l’obiettivo dell’impresa.

Ignorare il conflitto in corso non è la strategia giusta.

 

Conflitto costruttivo e conflitto distruttivo

Prima di tutto impariamo la distinzione tra conflitto costruttivo e conflitto distruttivo.

Come nella quotidianità oltre il lavoro, non tutte le discussioni diventano litigi.

Per questo anche nel contesto lavorativo esistono conflitti sani e conflitti distruttivi.

 

Il conflitto costruttivo

Il conflitto costruttivo si differenzia da quello distruttivo per i contenuti.

I conflitti aziendali costruttivi sono fondamentalmente scambi di opinioni o feedback sul lavoro.

Quando sorge un conflitto del genere bisogna che entrambe le parti si chiedano “perché me lo sta dicendo?” e “mi è utile quello che mi sta dicendo?”.

Queste domande aiutano a razionalizzare e a rendere obiettivo possibile lo scambio.

 

Il conflitto distruttivo

Il conflitto distruttivo è un conflitto irrazionale e deleterio. Spesso risultato di stress accumulato che si riversa con aggressività e senza obiettività verso l’altro.

Per questo motivo è necessario riconoscerlo presto e arginarlo, prima che leda la tranquillità del contesto lavorativo.

 

I conflitti aziendali che non fanno crescere il business

Nella mia esperienza di Temporary Manager e consulente aziendale mi sono trovato spessissimo a gestire conflitti aziendali.

Nella maggior parte dei casi ero chiamato ad intervenire per favorire la crescita dell’azienda, piuttosto che trovare la chiave per gestire un business all’interno di essa.

Ciò che molte volte è venuto fuori è che molto dipendeva da conflitti al vertice irrisolti, oltre che da diversi problemi di strategia e gestione.

 

Come risolvere i conflitti aziendali?

Prima di tutto, non bisogna far finta di niente. Una discussione franca con un mediatore lucido e competente, aiuta ad affrontare i nodi.

E’ necessario però tenere sotto controllo i toni, e partire dal presupposto che in una discussione entrambe le parti hanno la loro quota di responsabilità.

Invitare le parti a mettersi l’una nei panni dell’altra, è un buon modo per allargare il proprio orizzonte “della ragione”.

Risolvere i conflitti interni in un’azienda non è semplice. Saperli riconoscere è il primo passo per affrontarli. Ma spesso c’è bisogno di un supporto esterno.

 

Non esitare a contattarmi per un consiglio a riguardo.

Related Posts

View all
  • Il temporary management per lo sviluppo aziendale   Un’altra possibile modalità d’intervento in caso di crisi o sviluppo aziendale è il temporary management. Il temporary management è uno strumento strategico operativo da utilizzare in particolari momenti della vita aziendale e per specifiche esigenze progettuali come ad esempio: la necessità di procedere ad una riorganizzazione o a […]

    Continue reading
  • In che consiste la direzione generale   La direzione generale è tra le possibili modalità d’intervento che adotto al fine di un processo riorganizzativo. Non è l’unica soluzione. Oltre alla direzione generale le altre modalità sono: il temporary management, la consulenza aziendale e la formazione. Nello scorso articolo ho spiegato in cosa differiscono tra loro.  Con […]

    Continue reading
  •   Come riorganizzare un’azienda Consulenza, management e formazione per riorganizzare un’azienda. Come riorganizzare un’azienda? Quando entro in contatto con gli imprenditori soprattutto la prima volta capita spesso che mi fanno la stessa domanda: quali sono le possibili modalità d’intervento al fine di un processo riorganizzativo aziendale e in che cosa differiscono tra di loro? Con questo […]

    Continue reading
  • Perché hai bisogno di una consulenza aziendale? Spesso gli imprenditori non sanno di aver bisogno di una consulenza aziendale. La consulenza aziendale di un professionista consente all’imprenditore di dotarsi di tecniche, strategie e organizzazione per il raggiungimento degli obiettivi desiderati. Non basta pensare al margine e al fatturato per battere la concorrenza. Nella maggior parte […]

    Continue reading